In sintonia con l’emarginazione alla quale l’artista è stato sottoposto dagli ambienti “ufficiali”, pochissime sono state le occasioni nelle quali è stato intervistato:"La Repubblica Veneta", n° 3/96 (sulle sue esperienze nell’ambito dell’arte visiva e delle performances; a cura di Arianna Buson); "L'Adige", del 25/5/01 (poesia; a cura di Alessandra Chini); “Risvolti”, n° 13/05 e n° 17/08 (all’interno di discussioni sui rapporti artisti-mercato, a cura di Giorgio Moio). Ad ogni modo un’intervista che fa un po’ il punto sulla sua opera – sia poetica che video – è apparsa sul numero del 2/10/08 del settimanale rodigino “Appunti”, a cura di Paolo Braggion: e, per quanto risalente appunto a diversi anni fa, è ancora attuale nelle linee generali. Il più costante a seguire l’opera di questo autore è stato Roberto Guerra: che ha realizzato finora tre brevi interviste, per pubblicazioni ferraresi, tanto cartacee quanto online; in particolare quella, per l’e-book “Ferrara città d’arte?”, e già inserita in questo sito nell’apposita sezione.
Infine, in “Opera Omnia Poetica – Vol. I” è presente un’intervista di Mauro Ferrari, che si può considerare anch’essa esaustiva per certi aspetti della sua produzione poetica.